Scrub per le unghie fatto in casa, la ricetta per mani perfette

ragazza unghie naturali e1444386962563

Avete delle unghie fragili oppure rovinate dal freddo? Oggi vi spieghiamo come realizzare uno scrub per unghie fatto in casa, così avrete sempre mani perfette. La cura delle mani è una vera e propria mania, d’altronde sono anche il nostro biglietto da visita quando ci si presenta a qualcuno, quindi devono essere sempre belle e in ordine. Ecco, allora, lo scrub per le unghie fatto in casa che renderà le vostre mani perfette senza farvi spendere un soldo.
Per la ricetta dello scrub per unghie occorre:

– zucchero;

– miele o olio d’oliva o mandorle;

– concentrato di limone;

– ciotola.

Per realizzare questo scrub dovete prendere una ciotola di vetro, un cucchiaino ed un contenitore vuoto di crema, ovviamente lavato ed asciugato. Versate nella ciotola due cucchiaini di miele o di olio d’oliva, a seconda delle preferenze, e due cucchiai di zucchero. Dovete sapere che gli ingredienti che userete sono tutti naturali ed anallergici, nello specifico il miele nutre in profondità mentre lo zucchero leviga la superficie dell’unghia. Al composto aggiungete poche gocce di estratto di limone che renderà le vostre unghie più chiare eliminando eventuali parti gialle. Mescolate bene gli ingredienti e ricordate che il composto deve essere cremoso e non troppo liquido. Infine, aiutandovi con un cucchiaino, versate il composto nel contenitore. 

Ecco anche la procedura per applicare lo scrub sulle unghie per ottenere il massimo del risultato. Lavatevi bene le mani sotto l’acqua corrente e lasciatele in ammollo in una vaschetta con acqua calda e un po’ di detergente neutro. Fate passare qualche minuto e sgocciolatele senza asciugarle. Infine, stendete con movimenti circolari il composto sulle unghie. Dopo averle massaggiate per 5 minuti lavate di nuovo le mani e applicate una crema idratante. Per avere mani ed unghie perfette utilizzate questo scrub almeno una volta alla settimana, vedrete che risultato!

Pubblicato giovedì 17/12/2015 in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

torna su