Il circo dove gli animali in realtà sono degli ologrammi.

circo senza animali 1

IL Roncalli Circus si sta facendo conoscere in tutto il mondo per la sua nuova virtuosa politica.

Niente gabbie, ma allegri e vivaci animali che saltano dentro il cerchio infuocato, si producono in giochi e acrobazie con la pallina. Questa vera e propria magia si chiama Roncalli Circus, il primo circo tedesco in cui gli animali sono in realtà degli ologrammi!

Da più di un anno ha definitivamente detto addio ai poveri animali, ma anche prima si era distinto per una politica virtuosa, entrando a far parte di quei pochi circhi che utilizzavano poche bestie, nel loro caso solo un pony e un cavallo.

Bernhard Paul, direttore e fondatore del Roncalli, ha espresso la propria opinione a riguardo, parlando di un momento particolare per via delle profonde e discusse tematiche intorno al mondo animale, definendosi propenso ad un cambiamento in linea con le tendenze socio-culturali odierne. Infatti, quello che dovrebbero capire anche gli altri direttori, è proprio questo: il declino della popolarità di questo tipo di spettacolo a causa delle polemiche sollevate intorno alla presenza e al ruolo degli animali all’interno dei circhi!

Per fortuna, finalmente, qualcuno inizia a capire che la gente è stanca di vedere dei poveri animali vessati ai fini dello spettacolo, molto lontani dal proprio habitat dal quale spesso vengono strappati.

Si era già fatto notare un altro circo del tutto privo di animali, quello cioè di André – Joseph Bouglione, un ex direttore e domatore dell’omonimo circo, che da più o meno un anno ha mutato il proprio nome in Ecocirque. Questa decisione era stata presa da Bouglione e la moglie Sadrine, stufi e stanchi di vedere soffrire gli animali, avendone visti troppi durante il corso della loro vita.

Tornando al Roncalli Circus, la cosa spettacolare è che si possono vedere lo stesso gli animali, ma questi sono sostituiti dai loro ologrammi grazie a ben 11 proiettori che alternano le figure di elefanti, tigri, scimmie e tanto altro.

L’intenzione dei suoi ideatori è quella di far assistere la gente ad uno spettacolo circense, con la netta intenzione di mantenere l’identità vera e propria di Circo ma non senza cercare di migliorare, anche moralmente, gli standard a cui solitamente erano abituati gli spettatori.

Pensate che questo circo era stato fondato nel lontano 1976, il primo fra i tanti ad esibirsi nella vecchia Germania dell’Ovest.

Ma non è ancora finita, perché abbiamo scoperto uno tra i prossimi obbiettivi del circo, cioè quello di diventare completamente plastic free, venendo incontro ad un’altra emergenza non meno importante e dimostrando così quanto siano nettamente cambiati i tempi.

Non c’è che dire, un circo che ci sta davvero simpatico!

VIDEO:

Pubblicato lunedì 27/05/2019

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

torna su