Mike Bird, Closer: testo e traduzione inedito Amici 2017

mike bird closer testo traduzione amici 2017

Mike Bird ha scalato la classifica di iTunes con il suo inedito Closer: la canzone del concorrente varesino di Amici 2017 ha raggiunto il primo posto in sole 12 ore dalla pubblicazione.
Proprio da quest’anno, i cantanti in gara ad Amici 16 hanno la possibilità di vedere pubblicati i propri inediti sulla piattaforma Apple. I pezzi vanno così in sfida e solo chi si posiziona più in alto in classifica, ottiene dei vantaggi (come la pubblicazione di un altro brano).

All’anagrafe Michele Merlo, Mike Bird ha rilasciato la canzone Closer: vediamo testo e traduzione in italiano di seguito.

TESTO: MIKE BIRD – CLOSER
Does this feeling flow both ways?
when you take my breath away
is there a cure for this pain
we now call love again?

And I’m letting my hair grow
so I’m not gonna feel old
but the pain is going around
like a wolf seeking for new blood

I got your name tattooed on me and you have tons of them
but when I look at you on my bed I see that my name is not there
I draw tears on my face to remind myself I gotta cry one day, cry one day
just because

we used to be closer
we used to be closer
we used to be closer
closer than this

Were you serious or just dazed when you asked me to forgive
There’s a thing that I wanna say
will you love me in December as you did in May?
You’re falling as we grow and I can hear the call, don’t you dare love boys
(that I don’t know)

we used to be closer
we used to be closer
we used to be closer
closer than this

TRADUZIONE: MIKE BIRD – CLOSER
Questo sentimento viaggia in entrambe le direzioni?
Quando mi porti via il respiro
c’è una cura per questo dolore
che noi ora chiamiamo ancora amore?

Sto lasciando crescere i miei capelli
così non mi sentirò invecchiare
ma il dolore se ne va in giro
come un lupo che cerca nuovo sangue

Ho il tuo nome tatuato su di me e tu ne hai un sacco di quelli
ma quando ti guardo sul mio letto, vedo che il mio nome non c’è
disegno lascrime sul mio viso per ricordare a me stesso che un giorno dovrò piangere, un giorno piangerò
solo perché

Eravamo vicini
Eravamo vicini
Eravamo vicini
più vicini di così

Eri serio o solo stordito quando mi hai chiesto perdono
c’è una cosa che ti voglio dire
mi amerai in dicembre come hai fatto a maggio?
Stai cadendo mentre diventiamo grandi e posso sentire la chiamata
non ti azzardare ad amare ragazzi (che io non conosco)

Eravamo vicini
Eravamo vicini
Eravamo vicini
più vicini di così

Vedi anche:

Pubblicato lunedì 30/01/2017 in , , , ,

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

torna su