Come indossare la minigonna con classe, i consigli di stile per non sbagliare


La minigonna, più comunemente chiamata “mini”, è il frutto di una lunga battaglia combattuta tra la fine del 1800 e la prima metà del 1900: le donne volevano indossare vestiti più comodi!
Com’è finita questa guerra lo sappiamo, ecco allora come indossare la minigonna con classe, i consigli di stile per non sbagliare

Quando indossarla
La minigonna è un capo di abbigliamento infinitamente grintoso e, appunto per questo, ci sono situazioni in cui non è indicato indossarla. Ad esempio se sei stata invitata a partecipare ad un’occasione piuttosto formale, come può essere una cresima oppure un’uscita a cena con i genitori del tuo lui, punta su un look più classico e formale. Questo non significa assolutamente che tu debba rinunciare alla gonna, ma è più indicato sceglierne una più lunga di un paio di centimetri.
Se invece la cena è solo con il tuo lui o se sei stata invitata dalle tue amiche per una serata folle non c’è motivo, allora, per non indossarla! 

Come indossarla
Sembra una sciocchezza, ma è fondamentale che la minigonna sia della taglia giusta. Se scegli una mini troppo stretta e attillata potrebbe far spuntare degli antiestetici rotolini che nemmeno ti appartengono; se invece è più grande, anche solo di qualche centimetro o di una taglia, rischi letteralmente di perderla per strada!
Stai attenta agli abbinamenti: “mini” non è certo sinonimo di “volgare” ma, se portata con un tacco troppo alto e un top scollato potresti attirare sguardi indiscreti e poco piacevoli.
Dato che siamo in inverno però, l’ostacolo di eventuale volgarità può essere facilmente aggirato: indossando un paio di leggings o di collant coprenti sarai sicuramente più a tuo agio e scongiureranno l’effetto da “mangiatrice di uomini”. Nel caso in cui fossi indecisa tra stivaletto e scarpa flat, scegli la seconda, così non correrai il rischio di sembrare eccessiva. 

Perché indossarla
La minigonna è uno dei capi più amati dalle star: Emma Watson, Selena Gomez e Ariana Grande ne vanno matte!
Oltre a questo però, è un vero e proprio simbolo di una rivoluzione che si sta compiendo ancora oggi, basti pensare che fino a qualche anno fa questa gonna era vietata in Indonesia. Ad oggi la mini è presente in un sacco di varianti, tutte rigorosamente sopra il ginocchio, e tra queste troviamo anche gli “skorts”, un misto tra “shorts” e “skirt”.
E’ proprio vero che la moda è sempre in evoluzione!

Pubblicato venerdì 10/10/2014

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

torna su