Demi Lovato difende la sorella dai bulli su Twitter: “Non vi permettete più di prenderla in giro”

119637384AR009_Demi_Lovato_

E’ la sorella maggiore che tutti vorrebbero avere: pronta a prendere le difese dei suoi familiari, contro tutto e tutti.
Demi Lovato si scaglia contro i bulli del web che hanno preso in giro la sorella Madison De La Garza.
Madison ha 12 anni ed è figlia della mamma di Demi, Dianna Lee Hart, e del suo secondo marito, Eddie La Garza. Qualche giorno fa, si è ripresa mentre cucinava e ha postato il video di Vine su Twitter.

Tra i commenti al video, ce ne sono alcuni decisamente offensivi, in cui Madison viene chiamata “gobba”.

A questo punto, Demi Lovato non ha perso tempo e ha iniziato a difendere la sorella rispondendo a tono ai crudeli commenti.

“Mi stai prendendo in giro?? – scrive Demi – Divertiti alle mie spalle ma non divertirti con la scoliosi di mia sorella. Cos’è che non va in te? Prendi in giro una dodicenne che ha un problema importante… come ti permetti… Ti meriti di marcire all’infermo”

E ancora: “A tutti quelli che dicono che mi devo calmare… L’impatto che i bulli hanno su internet può portare le persone a pensare al suicidio. Non sopporto queste cose”.

Poi un messaggio riferito direttamente a Madison: “Sono per la pace e per l’amore ma non se te la prendi con una ragazza di 12 anni che non ti ha fatto niente. Sono così delusa, dopo tutte queste parole sul cyber-bullismo… ci sono ancora persone che fanno questo agli altri. @Maddielovesyou1 sei BELLISSIMA e il più prezioso angelo nella mia vita. Ti proteggerò per sempre. TI VOGLIO BENE“.

Demi Lovato ha chiesto aiuto anche ai suoi fan, chiedendo di twittare gli hashtags #MADISONISBEAUTIFUL #FeelBetterMaddie, che subito sono saliti nei trend di tutto il mondo.

“Sono senza parole… Vi amo tutti… Grazie” ha risposto Madison.

Cosa ne pensi? Ha fatto bene Demi a rispondere ai commenti?

Secondo 10eLOL… decisamente sì! Ammiriamo Demi Lovato non solo per il suo talento, ma anche per la capacità di rialzarsi nei momenti difficili e, soprattutto, per il coraggio che dimostra nello schierarsi dalla parte dei più deboli.

Dì la tua nei commenti!

Pubblicato mercoledì 03/09/2014 in

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

torna su